Disponibilità di sementi per la colitvazione della liquirizia a € 3,00

La liquirizia è una pianta semplice da coltivare che non richiede particolari cure. Potando la pianta, è anche possibile farla crescere nel piccolo giardino di casa, visto che non supera i 2 metri di altezza. Cresce, generalmente, nelle regioni dell'area mediterranea ed in modo particolare nel sud-Italia.

La pianta della liquirizia richiede sporadiche annaffiature pari a 3 bicchieri d'acqua ogni 2 settimane, ma, prima di innaffiare, è necessario stare attenti che il terreno sia aciutto da almeno 2 giorni, questo serve ad evitare che le radici marciscano.

La liquirizia ha bisogno di dimorare in luoghi abbastanza luminosi in cui il sole arrivi direttamente, ad ogni modo questa pianta ha una grande resistenza alle basse temperature, anche se non è un sempreverde (fuori dal periodo vegetativo la pianta secca, a volte sembra quasi morire, ma in realtà la pianta resta viva)

Per ottenere un pianta di liquirizia rigogliosa, sarà necessario concimare circa 2 volte al mese, aggiungendo all'acqua dell'innaffiatura dei concimi a base di azoto. Alternativamente è possibile usare dei concimi granulari a lento rilascio, da somministrare ogni 3 mesi.

Il terreno più indicato per la coltivazione di liquirizia, è soffice e leggero e con altissime capacità drenanti. Sarà possibile utilizzarne la radice soltanto dopo i 3 anni di vita della pianta e la raccolta va effettuata comunque in autunno inoltrato o in inverno.

La parte di radice che dovrà essere prelevata, si trova a mezzo metro sotto terra, dunque sarà necessario scavare una buca per raggiungerle, quindi divrà essere sbucciata ed essiccata. Questa pianta cresce e si sviluppa spontaneamente in molte regioni dell'area mediterranea ed è molto usata per la preparazione di liquori, dolci e persino gelati.